201711.25
0

Diffamazione a mezzo stampa e ruolo del direttore del giornale: contro chi proporre la querela?

Con la pronuncia n. 37213/2017 la Cassazione è intervenuta in tema di diffamazione, con riguardo a limiti ed efficacia dell’esternazione della volontà punitiva espressa dalla persona offesa in querela.

Nel caso in esame, il ricorrente aveva proposto ricorso avverso la sentenza che lo aveva condannato per il reato di cui agli artt. 57 e 595 c.p., per avere consentito l’offesa arrecata alla reputazione di C.D., omettendo il dovuto controllo sul contenuto di un articolo diffamatorio pubblicato sulla testata giornalistica di cui era direttore. A suo dire, la querela presentata dalla parte offesa non era suscettibile di produrre effetti rispetto al delitto commesso dal direttore responsabile, attesa la ontologica distinzione tra quest’ultimo e l’articolista: nell’atto, infatti, era assente qualsivoglia riferimento al titolo di reato – l’art. 57 c.p. – che avrebbe consentito l’incriminazione del direttore della testata, essendosi il querelante limitato ad indicare tanto l’autore dello scritto quanto il direttore come correi nella diffamazione in suo danno.

La Suprema Corte, nel respingere tale tesi, dà applicazione alla linea interpretativa secondo cui il Giudice ben può ravvisare a carico del direttore responsabile di un giornale il reato di omesso controllo, pur essendo stata la querela proposta esclusivamente per la diffamazione: “Non compete al querelante dare una qualificazione giuridica del fatto – afferma la Corte – considerato che il diritto di querela concerne unicamente il fatto delittuoso enunciato nella sua essenzialità, mentre spetta al Giudice e non al privato attribuire al fatto la qualificazione giuridica in ordine alla eventuale sussistenza di un determinato tipo di reato e alle conseguenze che ne derivano”. La Cassazione assegna dunque decisività al ruolo del Giudice ed alla sua attività di interpretazione, purché compiuta in conformità ai canoni logico-giuridici di ermeneutica.

avv. Stefania Colombo