201906.28
0

Impresa Lombardia: i nuovi indirizzi regionali in materia di Sportello Unico per le Attività Produttive

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), regolato dal d.p.r. 7 settembre 2010 n. 160, è ispirato a regole di semplificazione procedimentale e organizzativa e risponde all’esigenza di identificare un unico soggetto pubblico di riferimento per tutti i procedimenti che abbiano come oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi. In esso confluiscono tutte le istanze che riguardano l’esercizio dell’impresa, quali le azioni di realizzazione, localizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione delle attività.

In Regione Lombardia la disciplina relativa al SUAP è contenuta nella L.R. 19 febbraio 2014 n. 11, “Impresa Lombardia: per la libertà di impresa, il lavoro e la competitività” che ha introdotto molteplici strumenti e istituti di semplificazione, con la finalità di migliorare il rapporto tra Pubblica Amministrazione e imprese, rendendo il territorio lombardo più attrattivo e il sistema regionale più efficiente.

In particolare, la disciplina dedicata al SUAP è contenuta nell’art. 7 della legge regionale, che sancisce l’impegno di Regione Lombardia di favorire l’adeguamento dei SUAP e di individuare i parametri organizzativi per garantire la massima efficienza, efficacia ed economicità degli sportelli unici associati per le attività produttive.

Con la delibera della Giunta Regionale 3 giugno 2019 n. XI/1702 (pubblicata sul B.U.R.L., Serie Ordinaria, n. 24 del 10 giugno 2019) sono stati approvati gli “Indirizzi regionali in materia di sportelli unici per le attività produttive (SUAP)” e fornite linee guida di attuazione dell’art. 7 della L.R. 11/2014, nella logica della semplificazione, che costituisce una delle cinque priorità strategiche del Programma Regionale di Sviluppo della XI Legislatura.

Le linee guida regionali hanno l’obiettivo di migliorare i livelli di servizio degli Sportelli Unici per le Attività Produttive, con una forte spinta alla possibilità per i comuni di sperimentare e adottare modalità di gestione della funzione SUAP in partnership con altri enti, realizzando un modello regionale maggiormente integrato, correlato a bacini di utenza ottimali.

avv. Paola Balzarini